HotelDruid | community | chi siamo | contattaci
registrati



 Facebook
 Instagram
 Youtube

Home

Giornata Internazionale della consapevolezza sulle perdite e sprechi alimentari

Ridurre le perdite e gli sprechi alimentari è molto importante


Oggi, 29 settembre è la Giornata Internazionale della consapevolezza sulle perdite e sprechi alimentari (International Day of Awareness for Food losses and waste), un´occasione di ulteriore riflessione.
Ridurre le perdite e gli sprechi alimentari è molto importante infatti a livello globale, si stima che il 17% della produzione alimentare globale totale vada sprecato: l´11% nelle famiglie, il 5% nel servizio di ristorazione e il 2% nella vendita al dettaglio. Quando il cibo viene perso o sprecato, tutte le risorse che sono state utilizzate per produrre questo cibo - inclusi acqua, terra, energia, lavoro e capitale - vanno sprecate. Inoltre, lo smaltimento delle perdite e dei rifiuti alimentari nelle discariche, porta a emissioni di gas serra, contribuendo al cambiamento climatico.

Sono necessarie azioni a livello globale e locale per massimizzare l´uso del cibo che produciamo ed è per questo che l’etica alimentare in ambito formativo all’interno dei Centri Turistici Alberghieri IAL è molto importante.
In particolare gli allievi del Centro di Aviano hanno portato a casa un´esperienza decisamente positiva partecipando e organizzando una cena a spreco zero del cibo all’interno delle 3 giornate ERRE A Re-Generation fest realizzate in quanto vincitori del bando "si può fare", finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Ma come si realizza un menù raggiungendo lo spreco zero?

Il nostro docente, lo chef Maurizio Zaina, spiega come sia importante cercare in tutti i modi di recuperare quei cibi come le banane o il pane raffermo, presenti nelle nostre case ogni giorni, possano essere trasformate in altri ottimi piatti come i canederli o l’arrosto di vitello che viene trasformato poi in un vitello tonnato soprattutto nel periodo estivo. Gli allievi si sono prestati molto volentieri a presentare questo tipo di preparazioni con prodotti sia del territorio che stagionali, ovviamente sempre coordinati da uno chef in modo da poter così apprendere sperimentare ma volendo comunque inserire le loro idee e dare il loro contributo. E’ stato creato un menù di una dozzina di portate e ogni allievo ha sperimentato e ricreato e ricercato le ricette che poi sono state proposte alla cena di fine festival.

Il recupero del cibo e il riciclo del cibo sono introdotti già normalmente durante il programma scolastico in quanto per queste preparazioni vi è comunque bisogno di conoscenza ed esperienza è sempre essenziali fare attenzione alle manipolazioni che vengono effettuate il giorno prima, alle tecniche di conservazione e rigenerazione di tutti i cibi che sono stati utilizzati e precotti. Un esempio è utilizzare l´arrosto del giorno prima: quest’ultimo viene rimpastato e rinforzato con per esempio del formaggio Frant o dei prodotti slow food della nostra regione per creare un ripieno per i ravioli.

Nella giornata di martedì 28 settembre inoltre presso la sede RAI di Trieste per il FVG il nostro docente Maurizio Zaina e Ilaria Filippin, una delle organizzatrici del festival, hanno partecipato ad un’intervista radiofonica per raccontare dell’importanza di questo Festival.
Hanno parlato anche del contributo dei ragazzi del Centro Turistico ALberghiero IAL di Aviano che venerdì scorso hanno imbandito la tavola, con un occhio al gusto e uno all’ambiente.

Ilaria Filippin ci spiega come un terzo delle emissioni globali sono causate dal cibo che buttiamo e sprechiamo in tutte le fasi della filiera e come hanno quindi pensato di avviare una collaborazione con il Centro Turistico Alberghiero di Aviano. Dapprima si sono svolti degli incontri con le classi terze, in quanto futuro del mondo della ristorazione, e in seguito insieme ai ragazzi è stato deciso il menù da presentare alla prima serata del ERRE A Re-Generation fest
Ilaria Filippin afferma poi soddisfatta: “Sono stata colpita dalla professionalità dei ragazzi che sono stati bravissimi nella preparazione e nel servizio del cibo, ci è sembrata una cena di lusso ma con ingredienti riutilizzati! Anche dai cibi che dimentichiamo e sprechiamo può uscire un menù meraviglioso.”

Ringraziamo infine tutti gli organizzatori, gli allievi sempre pieni di idee e di entusiasmo e Maurizio Zaina.


 
Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati