Alberghiera.it

Lepre in umido

di: RicFriulan

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

1. Tagliate a pezzi la lepre e lasciatela marinare in una terrina con 1 bicchiere di vino bianco, l’aceto, il sedano, l’alloro, il ginepro, i chiodi di garofano e le erbe aromatiche per almeno un giorno in modo che perda l’odore di “selvatico”.


2. Trascorso questo tempo, sgocciolate e asciugate i pezzi della lepre, salateli e pepateli. Conservate il liquido di marinatura.

3. Tritate l’aglio e la cipolla, metteteli in una pentola con il burro, l’olio e soffriggete per 3 minuti. Unite la carne e cuocete ancora a fuoco vivace per altri 5 minuti. Abbassate quindi la fiamma e continuate la cottura per 2 ore, bagnando spesso la carne con il restante vino bianco e con il liquido di marinatura, in modo che resti morbida.

4. Nel frattempo tritate le frattaglie della lepre, le acciughe, l’aglio e le fette di pancetta. Mettete gli ingredienti in una padella antiaderente con il burro rimanente e cuocete per 8 minuti.

5. Versate il composto nel frullatore, aggiungete il succo di limone e miscelate.

6. Servite la lepre con il suo sugo di cottura o in alternativa con la salsa alle acciughe.

Vino da abbinare

Schioppettino

Note / consigli

La selvaggina veniva preparata “con capziosa implacabilità estetica ed alchemica”, scrive Enzo Bettiza ricordando in “Esilio”la sua infanzia spalatina: uno dei manicaretti preferiti era la lepre nera alla dalmata , steccata con lardo e chiodi di garofano, immersa in un’infusione di vino, aceto aromatico, capperi, acciughe e cotta a pezzetti con un paziente lavoro.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 150 minuti
Portata secondi di carne ; 
Origine Italia
Stagionalità autunno inverno 
Tipo di preparazione in padella  marinare